sabato 16 febbraio 2008

Persepolis

E' con gioia che annuncio per il 29 febbraio l'uscita nelle sale italiane di Persepolis, il film d'animazione tratto dall'omonimo libro a fumetti di Marjane Satrapi.
Il libro in Italia è edito, in edizione integrale, da Lizard.
Per ulteriori informazioni consiglio un giro sul blog italiano di Persepolis.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

sandra
Bellissimo! :)
Ho già pensato cosa fare per l'uscita del film nelle sale italiane...
Buon pomeriggio nel villaggio caro Vic!

vittorio ha detto...

grazie, il villaggio è deserto...sono tutti a sciare!

comidademama ha detto...

Persepolis mi ricorda Amsterdam. Da Lambiek, libreria specializzata in fumetti vendevano l'edizione in inglese- Tremendo e bellissimo.
I mie amici iraniani sono anni luce lontani da Marianne satrapi, la considerano un alieno. Cose che non si risolvono con una ricetta tipica iraniana, purtroppo.

vittorio ha detto...

In negozio ho l'edizione in inglese oltre a quella italiana integrale, e sono un ammiratore di questa disegnatrice-scrittrice.
Ho profonda stima per quello che in passato la cultura di questa zona ha prodotto, ho studiato la poesia persiana, ma spesso anche in Italia mi sono scontrato con l'ottuso integralismo di chi oggi si considera custode di una saggezza che non ha padroni.
Creare una breccia in questo muro non è facile ma anche una piccola ricetta a volte può contribuire.

comidademama ha detto...

ùpreziosissimo avere le varie edizioni, sei un mito! e anche per me Marianne Satrapi piace moltissimo.
E, alla fine, sono assolutamente d'accordo, ogni piccola breccia può servire anche una ricetta, esagero sempre quando scrivo di getto, ma mi hai fatto venire su dei ricordi delle mie frequentazioni di anni fa. Più che con l'integralismo io mi ero scontrata con il disimpegno e l'assoluta mancanza di coscienza di cosa stava- sta capitando.

Mi ha veramente scoraggiata, per questo mi è venuto da dire che nemmeno una ricetta può aiutare. Che togliere l'ottimismo a me ce ne vuole!!!!!

Parlando di argomenti ben più lievi ti avrei rivolto una domanda sui tappi di vetro da bottiglia.